La piramide alimentare

La dieta mediterranea si presenta come un regime equilibrato caratterizzato da un apporto bilanciato di macronutrienti e micronutrienti e tra apporto e dispendio energetico.

I rapporti tra i macronutrienti energetici rispondono a quelli riconosciuti adeguati, cioè 12-15% dell’energia totale deriva dalle proteine, il 25-30% deriva dai lipidi e la restante quota dai carboidrati. Come ben rappresentato dalla piramide alimentare, le proteine sono ben ripartite tra proteine di origine animale e vegetale, così come il rapporto grassi insaturi e grassi saturi.

I carboidrati sono rappresentati come richiesto dal nostro organismo, prevalentemente da amido e sono forniti prevalentemente da pane e pasta, mentre l’apporto di saccarosio per il moderato consumo di zuccheri e dolci è basso.

I cereali e i legumi hanno un ruolo equilibratore nella dieta grazie al loro potere saziante, all’elevato contenuto di carboidrati complessi, alla ricchezza di fibra, all’apporto di proteine, vitamine e sali minerali.

L’olio extra vergine d’oliva e i prodotti della pesca sono i principali responsabili dell’apporto di acidi grassi essenziali e di acido oleico, assicurando in parallelo a un consumo ragionevolmente modesto di latte e altri prodotti di origine animale i rapporti percentuali tra acidi grassi saturi e polinsaturi e monoinsaturi.

L’abbondanza di frutta e verdura, infine, garantisce considerevoli quantità di nutrienti, minerali e vitamine in particolar modo quelle ad attività antiossidante (acido ascorbico, alfa-tocoferolo, retinolo, beta-carotene).

Inoltre, la frutta e la verdura, insieme all’aglio alla cipolla e al peperoncino, offrono una quantità di composti fenolici che difficilmente possono essere raggiunti con altri tipi di dieta.

La piramide alimentare