Nasce a Bobbio l’Ospedale di Comunità

Dal 1 gennaio l’Ospedale di Bobbio viene riconvertito in Ospedale di Comunità. Si tratta di una struttura di degenza territoriale inserita nella rete dei servizi distrettuali, a forte gestione infermieristica 24 ore su 24 ore. L’assistenza medica è garantita dai medici di Medicina Generale, dai medici di Continuità Assistenziale , dai medici dipendenti con il supporto degli specialisti. La trasformazione risponde alla normativa nazionale. Il Decreto Ministeriale n. 70/2015 prevede infatti la trasformazione degli ospedali in Ospedali di Comunità qualora abbiano  un numero di posti letto sotto soglia, con l’obiettivo di garantire maggior sicurezza e razionalità nella rete ospedaliera. La stessa Delibera di Giunta Regionale 2040/2015 recepisce il D.M. 70 e nello specifico prevede la trasformazione dell’ospedale di Bobbio in ospedale di Comunità.

Il modello assistenziale dell’Ospedale di Comunità
E’ un modello che si colloca tra l’assistenza domiciliare e l’ospedaliera; è rivolto a utenti appartenenti alle fasce più fragili della popolazione, assistiti dal proprio medico di Medicina Generale, nella fase post acuta di dimissione dall’ospedale, oppure affetti da riacutizzazione di malattie croniche che non necessitano di terapie intensive o di diagnostica ad elevata tecnologia e che non possono, per natura clinica che sociale, essere trattati a domicilio. Caratteristica principale dell’Ospedale di Comunità è la sua “apertura”, con spazi pensati per una tipologia di degenza che prevede la presenza dei familiari senza alcun limite di orario. Il personale infermieristico  rappresenta inoltre  il principale protagonista sanitario del nuovo modello assistenziale e gestisce direttamente il paziente, fornendo prestazioni di differente peso assistenziale in tutte le fasce orarie.

L’Ospedale di Comunità secondo la normativa
Struttura con 15-20 posti letto che si può collocare all’interno di strutture ospedaliere che riorganizzano una parte delle funzioni assistenziali, valorizzando il ruolo del personale infermieristico; l’assistenza medica è assicurata da medici dipendenti o convenzionati, da medici di Medicina Generale o dai pediatri di Libera Scelta. La degenza prevedibile è di 15/20 giorni e comunque non oltre le sei settimane. I potenziali pazienti idonei al ricovero sono

  • pazienti anziani provenienti dalla struttura ospedaliera che hanno concluso il percorso diagnostico terapeutico ospedaliero ma che richiedono assistenza infermieristica continuativa;
  • pazienti fragili e/o cronici provenienti dal domicilio per la presenza di riacutizzazione di malattia precedente ma che non necessitano di ricovero per acuti;
  • pazienti che richiedono assistenza infermieristica
  • pazienti che richiedono riattivazione motoria

Questa pagina è stata modificata il: 29/12/2016

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337