Home / News / Gli screening possono salvarti la vita, prevenire è meglio che curare

12/07/2022

Gli screening possono salvarti la vita, prevenire è meglio che curare

Semplici, gratuiti, indolori. Il 30-50 per cento dei tumori può essere scoperto e curato con tempestività grazie alla prevenzione

In Italia nel 2020 secondo il Rapporto Aiom-Airtum sono stati diagnosticati circa 377.000 nuovi casi di tumori maligni: 195.000 negli uomini e 182.000 nelle donne. Nel 2019 le nuove diagnosi di cancro erano state complessivamente 371.000. Alla base di questo preoccupante incremento ci sono un’aspettativa di vita media sempre più lunga e una maggiore esposizione a fattori di rischio.  A fare da contraltare a questi dati ci sono quelli della prevenzione per cui il 30-50 per cento dei tumori può essere prevenuto anche a livello individuale adottando corretti stili di vita (non fumare, mantenere il peso nella norma, svolgere attività fisica, seguire una dieta sana, limitare l'assunzione o non assumere alcol…) e sottoponendosi con regolarità a visite ed esami di screening.

Semplici, gratuiti e indolori

Gli screening per la prevenzione e la diagnosi precoce delle malattie oncologiche sono l’arma migliore per vincere la battaglia contro il cancro.

Gli screening sono rivolti alla popolazione asintomatica in determinate fasce di età considerate più a rischio, nella quale un intervento di prevenzione può sortire maggiori possibilità di diagnosi precoce e cure efficaci.

Prevenire è meglio che curare

La cura parte dalla prevenzione e dalla diagnosi precoce. L’Azienda di Piacenza mette in campo tutti i programmi di screening previsti dalla pianificazione regionale e nazionale:

1. Prevenzione e diagnosi precoce del tumore del colon retto

2. Prevenzione e diagnosi precoce del tumore del collo dell’utero

3. Diagnosi precoce del tumore della mammella

Il programma di screening  garantisce alla popolazione residente e domiciliata di partecipare ai programmi di prevenzione oncologica. I programmi di screening sono interventi sanitari di prevenzione secondaria il cui obiettivo è la riduzione della mortalità per cancro e, in alcuni casi, dell’incidenza attraverso il riscontro di lesioni precancerose che potrebbero evolvere in cancro.

Gli screening oncologici:

  •  sono rivolti a tutta la popolazione asintomatica in fascia di età considerata a rischio e nella quale un intervento di prevenzione può sortire maggiori possibilità di diagnosi precoce e cure efficaci.
  • garantiscono equità nell’accesso e nei percorsi, tempestività delle risposte e qualità dell’intero intervento
  • a fronte di esame di primo livello dubbio o positivo viene attivata l’offerta gratuita di approfondimenti

Gli screening hanno ridotto la mortalità per cancro del 30-50% nella popolazione.

Non aspettare, gli screening possono salvarti la vita

Scopri di più sulla pagina dedicata

Ultimo aggiornamento: 16/03/2022

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337
Ministero della Salute: 080101