Home / News / Campagna di vaccinazione contro SARS-Cov-2

16/12/2020

Campagna di vaccinazione contro SARS-Cov-2

Sul cartellino on line i dipendenti possono indicare la propria intenzione a sottoporsi al vaccino

Dal mese di gennaio 2021 inizierà la campagna di vaccinazione contro SARS-Cov-2.
Il Ministero in questa prima fase della vaccinazione di massa ha dato la priorità agli operatori maggiormente esposti al SARS-Cov-2 (sanitari, socio-sanitari, socio-assistenziali) che lavorano presso le strutture sanitarie (presidi ospedalieri) e socio-sanitarie / assistenziali.
A oggi il vaccino che sarà disponibile a gennaio dovrebbe essere quello di Pfizer-BT, l’autorizzazione all’immissione e all’utilizzo da parte dell’agenzia europea del farmaco (EMA) è attesa per fine dicembre 2020 ed avrà significato di garanzia del farmaco.
In base alla documentazione a disposizione, per lo più del Regno Unito [1] e studi condotti da Pfizer-BT [2], possiamo dire che:
- la schedula vaccinale prevede la somministrazione intramuscolare di due dosi di vaccino a distanza, l’una dall’altra, di 19-23 giorni;
- la vaccinazione, se somministrate le due dosi, conferisce protezione contro Covid-19 nel 95% dei casi;
- gli effetti collaterali segnalati, così come per molti vaccini, sono stati descritti a livello locale (dolore, rossore, gonfiore) e generale (artralgia, mal di testa, fatica, malessere e nausea) da alcune ore, ed entro i 7 giorni, dalla somministrazione;
- la percentuale delle reazioni, soprattutto locali, aumenta in soggetti con età inferiore a 55 anni;
- reazioni severe si sono registrate in meno del 1% dei casi, inoltre il numero di eventi avversi gravi è uguale tra soggetti che hanno ricevuto il vaccino e il placebo;
- ad oggi non vi sono studi relativi alla somministrazione durante la gravidanza o l’allattamento, pertanto il vaccino non dovrebbe essere usato;
- i dati di efficacia e sicurezza risentono comunque del breve periodo di osservazione (circa 2 mesi).
Le informazioni sopra riportate non sono ufficiali e possono essere suscettibili di modifiche con il rilascio dell’Autorizzazione da parte di EMA e AIFA; appena verrà rilasciato il riassunto delle caratteristiche del prodotto, Ministero, Regione e Azienda USL metteranno a disposizione tutte le informazioni necessarie e ufficiali, per una scelta consapevole alla vaccinazione.

Solo al fine di programmare le agende di prenotazione e il trasporto del vaccino è opportuno, in questa fase preliminare, segnalare all'Azienda l'intenzione alla vaccinazione contro SARS-CoV-2 che verrà effettuata presso i presidi ospedalieri.
L'intenzione dei dipendenti sarà trattata in forma aggregata e al solo ed esclusivo fine della presente ricognizione. Ovviamente quello che il dipendente comunicherà in questa fase non condizionerà la possibilità, quando il vaccino sarà disponibile, di sottoporsi o meno alla vaccinazione ma consentirà all'Azienda di gestire al meglio tutta la parte organizzativa e logistica.

La dichiarazione di intenzione può essere espressa sul cartellino on line 

Nella diretta Facebook di martedì 22 dicembre, alle ore 17, sarà proposto un focus sulla vaccinazione con gli esperti aziendali.
Chi volesse porre domande, può utilizzare il gruppo https://www.facebook.com/groups/390130515502044 (Coordinamento Azienda Usl Piacenza)

Riferimenti:
- Information for Healthcare Professionals on Pfizer/BioNTech COVID-19 vaccine [ https://www.gov.uk/government/publications/regulatory-approval-of-pfizer-biontech-vaccine-for-covid-19 ]
- Safety and Efficacy of the BNT162b2 mRNA Covid-19 Vaccine, N Engl J Med nejm.org – December, 11 2020 [ https://www.nejm.org/doi/10.1056/NEJMoa2034577 ]

Ultimo aggiornamento: 26/06/2020

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337
Ministero della Salute: 080101