Vaccinazioni obbligatorie, a Piacenza già valutate le posizione di 13mila minori

Inserita in data 6/7/2018

Vaccinazioni obbligatorie, a Piacenza – come in tutto il resto dell’Emilia Romagna – abbiamo lavorato sodo per far risalire la copertura di bambini vaccinati per molte fasce d’età oltre la soglia di sicurezza del 95% indicata dall’Organizzazione mondiale della sanità, dopo che la stessa era scesa costantemente per anni.

Lo afferma Marco Delledonne, direttore del dipartimento Sanità pubblica dell’Ausl di Piacenza intervenendo sul tema che è tornato alla ribalta delle cronache in questi giorni.

“L’impegnativo percorso fatto da tutti i nostri professionisti e servizi in questi ultimi mesi ha permesso di valutare la posizione vaccinale di 13.000 bambini e adolescenti da 0 a 16 anni, sulla base dei nominati mandati da 90 scuole del territorio”.
“Questo sforzo è stato utile per sensibilizzare  gran parte della comunità e tornare a porre l’accento sull’importanza della vaccinazione”. “Molte famiglie – aggiunge Giacomo Biasucci, direttore del dipartimento Materno infantile e  presidente regionale della Società Italiana di Pediatria - hanno dimostrato un forte senso civico e di responsabilità ”. “Questo mette al sicuro tutti i bambini, a partire da quelli più deboli ed esposti perché colpiti da gravi patologie: bambini che altrimenti sarebbero costretti a rimanere in casa e a non frequentare luoghi e spazi pubblici per non rischiare”. “Come professionisti della salute non possiamo quindi che auspicare che il trend positivo di copertura evidenziato nell’ultimo anno continui a migliorare”.
L’eventuale autocertificazione prevista dalla circolare che dovrebbe uscire dal Ministero potrebbe invece sollevare interrogativi e difficoltà da parte dei genitori.
“Dove le anagrafi vaccinale funzionano bene come nella nostra provincia – evidenzia Delledonne - potrebbe risolversi in un ulteriore inutile onere per le famiglie e creare confusione tra gli adempimenti da compiere per l’iscrizione dei propri figli”.
“Desidero ricordare – conclude il dottor Biasucci - quanto ha ribadito ancora recentemente l’OMS, vale a dire che i vaccini sono sicuri ed efficaci perché rigorosamente testati prima di essere autorizzati per l’uso, regolarmente valutati e monitorati; prevengono malattie mortali come difterite, parotite, morbillo, pertosse; immunizzano meglio delle infezioni naturali ma sono meno rischiosi; i vaccini combinati, poi, sono sicuri e producono effetti benefici senza danni sul sistema immunitario dei bambini, riducendone il disagio; infine se si riduce il tasso vaccinale le malattie riemergeranno come già accaduto in precedenza in altri Paesi”.

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337