Test sierologici, la campagna RISORSA a Piacenza

Inserita in data 5/6/2020

Attenzione, il contenuto di questa notizia potrebbe non essere più attuale.
Puoi visualizzare le ultime news sulla Home Page del sito oppure effettuare una ricerca con il motore di ricerca interno

L’Azienda USL di Piacenza, nell’ambito delle attività di sorveglianza epidemiologica connesse all’epidemia di Covid-19, propone ad alcune categoria di persone di partecipare alla campagna di RIlevazione della  SierOconveRsione IgG anti-SARS-COV2 (battezzata con l’acronimo RISORSA).

Perché aderire la campagna RISORSA
La campagna con test sierologici RISORSA avviata dall’Azienda Usl di Piacenza e dalla Regione Emilia-Romagna è finalizzata alla ricerca e valutazione epidemiologica della circolazione del virus SARS Cov-2 nella popolazione nei vari contesti (famiglia, convivenza, comunità ecc.). L’iniziativa permette di raccogliere informazioni utili sulla permanenza degli anticorpi e sul loro andamento rispetto alla possibile comparsa di sintomi anche sfumati o al possibile contatto con persone positive.
I dati saranno poi utilizzati, in forma anonima e aggregata, per valutare quante persone sono venute a contatto con il virus nel corso dell’epidemia.

In cosa consiste la campagna RISORSA?
Alle persone coinvolte viene proposto un semplice prelievo di sangue gratuito per cercare la presenza di anticorpi IgG contro SARS-COV2, che si sviluppano a seguito di un contatto con il virus.

A quali persone viene proposto il test sierologico?
In questa prima fase, i destinatari sono i pazienti che sono stati positivi, i loro conviventi e i contatti stretti (che si siano stati ammalati oppure no) e tutte quelle persone con sospetta malattia riconducibile a Covid-19 che sono già state prese in carico dal sistema di sorveglianza della Sanità Pubblica.
Nelle prossime settimane, lo screening sarà coinvolto anche a un secondo cluster, un campione rappresentativo della popolazione generale per sesso, età e distribuzione geografica.

Come avviene la chiamata al cittadino?
La persona selezionata secondo i criteri esposti sopra viene chiamata al telefono dagli operatori dell’Azienda Usl di Piacenza per la proposta di un appuntamento. Lo screening è gratuito e non implica alcuna richiesta da parte del cittadino o ricetta del medico. Alla persona si richiede di portare una fotocopia del proprio documento di identità e di presentarsi con la massima puntualità.

Dove si svolgono i prelievi di sangue?
I test sierologici sono effettuati capillarmente sul territorio, nelle Case della salute, nei punti prelievo degli ospedali e in due Cliniche mobili, con una programmazione progressiva che coinvolgerà i residenti di tutti comuni. Durante la convocazione telefonica, l’operatore Ausl specificherà al cittadino dove deve recarsi per il prelievo di sangue.

Come si svolge lo screening sierologico?
Presentandosi all’appuntamento, l’utente viene accolto in una postazione esterna; gli operatori presenti accertano l’identità, ne acquisiscono il consenso informato e ritirano la fotocopia del documento di identità. Poi la persona viene invitata a entrare nell’ambulatorio o nella Clinica mobile dove avviene il personale sanitario effettua il prelievo di sangue.
La procedura si svolge in sicurezza: gli appuntamenti sono stati suddivisi in varie fasce orarie, per evitare assembramenti e dopo ogni test la postazione viene sanificata.
Il campione di sangue prelevato viene inviato al Laboratorio analisi dell’ospedale di Piacenza per misurare il livello di IgG specifiche per SARS-COV2, ovvero per verificare se la persona è venuta in contatto con il virus e presenta quindi gli anticorpi relativi.

Come viene comunicato l’esito del test sierologico?
L’esito del test è inviato sul Fascicolo sanitario elettronico e caricato sul sistema Sole, per essere consultabile dal medico o dal pediatra di famiglia.

È possibile attivare il fascicolo sanitario elettronico contestualmente al test?
Per chi non ha ancora attivato il fascicolo sanitario elettronico, l’Azienda Usl di Piacenza mette a disposizione una procedura semplificata. In questo modo l’utente non deve recarsi agli sportelli.
Le persone interessate, che esprimono il loro consenso al momento dell’accettazione del prelievo, riceveranno una e-mail e/o un SMS contenente le credenziali di attivazione non appena saranno terminate le necessarie procedure informatiche (indicativamente alla fine del mese di maggio).

Quale può essere il risultato del test sierologico?
- Un risultato negativo indica l'assenza o un livello molto basso di questi anticorpi: questa situazione si verifica quando la persona non ha sviluppato la malattia ma potrebbe anche indicare che si è ancora in un periodo di incubazione in uno stadio precoce. Quindi, i cittadini sono invitati a rispettare le disposizione ministeriali relative al distanziamento sociale e all’uso della mascherina, quando necessario.
- Un risultato positivo può indicare la presenza di un’infezione pregressa oppure ancora in corso. Per questo la persona potrebbe essere contattata per l’esecuzione di un tampone, per escludere la possibilità di contagiare inavvertitamente i propri contatti. In attesa dell’esame, sarà posta in isolamento precauzionale. Il tampone non è necessario, invece, per le persone che lo hanno già effettuato per certificare la propria guarigione.

Lo screening sierologico coinvolge anche i bambini?
Per i bambini al di sotto dei 10 anni è prevista una convocazione dedicata, con la presenza di infermieri di area pediatrica per il prelievo di sangue. Le famiglie non devono fare richiesta ma saranno contattate direttamente dagli operatori Ausl per l’appuntamento specifico.

Possono accedere al test anche le persone con difficoltà motorie?
Chi ha problemi di mobilità, è pregato di segnalarlo durante la telefonata in cui viene contattato per fissare l’appuntamento. L’operatore prenoterà il prelievo in uno dei centri in cui è possibile garantire un accesso anche per chi ha difficoltà motorie.

Dove sono ubicati i punti prelievo in Provincia di Piacenza?
Bettola, Casa della Salute (via E. De Amicis, 1/A)
Bobbio, Ospedale di Comunità (viale G. Garibaldi, 1/3)
Carpaneto, Casa della Salute (via G. C. Rossi, 1)
Castel San Giovanni, punto prelievi Avis ospedale (viale II Giugno)
Cortemaggiore, Casa della Salute (via Libertà)
Farini, Cra Alta Valnure (località Borcaglie)
Fiorenzuola, Clinica mobile (piazzale di via Corridoni, angolo via Campo Sportivo)
Monticelli, Casa della Salute (viale G. Marconi, 3)
Morfasso, Sede Avis (via Papa Giovanni XXIII, 119)
Piacenza, Clinica mobile (parcheggio stadio Garilli, via Gorra 25)
Piacenza, Ospedale Guglielmo da Saliceto (Centro prelievi, nucleo antico, ingresso via Taverna 49)
Podenzano, Casa della Salute (via Dante Alighieri, 18/20)
Rivergaro, Medicina di gruppo San Rocco (via Roma, 40)
San Nicolò, Clinica mobile (in via di definizione)
Travo, Punto prelievi, in collaborazione con volontari associazione Assistenza delle Piccole Cose (via Borgo Nord n. 18)
Vernasca (in via di definizione)

Cosa sono le Cliniche mobili?
Sono centri medici itineranti, ideati e normalmente attrezzati per soccorrere i piloti infortunati durante le gare motociclistiche. Due di esse sono state noleggiate dall’Azienda Usl di Piacenza approfittando della sospensione del campionato di MotoGP e Superbike. Sono utilizzate per fare i prelievi di sangue alla cittadinanza in luoghi diversi dai centri sanitari.

Chi contattare in caso di dubbi o domande
Gli accertamenti non comportano rischi per la sua salute. La invitiamo a rivolgersi al nostro operatore al momento del prelievo o, successivamente, a contattare il suo medico di famiglia, se sorgessero eventuali dubbi o domande relative al test sierologico.

I privati cittadini possono sottoporsi allo screening sierologico?

Con la DGR 475/2020 è stata estesa anche ai privati cittadini la possibilità di effettuare il test sierologico in un laboratorio privato autorizzato. Occorre la prescrizione in carta libera da parte del medico di fiducia che ne valuterà l’appropriatezza; tale prescrizione deve essere messa nella disponibilità del cittadino preferibilmente con modalità telematiche e comunque senza prevedere l’accesso diretto allo studio medico. Tutte le info qui: http://salute.regione.emilia-romagna.it/tutto-sul-coronavirus/test-sierologici/test-sierologico-su-privati-cittadini

Quali sono i laboratori autorizzati?
http://salute.regione.emilia-romagna.it/tutto-sul-coronavirus/test-sierologici/laboratori-per-test-sierologici

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337
Ministero della Salute: 080101