Sportello informativo DSP REACH-CLP

I regolamenti REACH e CLP rivoluzionano la gestione delle sostanze chimiche, delle miscele e di tutti gli articoli che le contengono.

Questo sportello informativo è un servizio che mira in primo luogo a fornire informazioni e assistenza alle imprese coinvolte dall’applicazione dei Regolamenti REACH e CLP.

Attraverso i collegamenti suggeriti dallo sportello è possibile accedere ai siti istituzionali o accedere ai documenti e alle linee guida più importanti per avere gratuitamente informazioni in merito agli obblighi da adempiere, alle responsabilità in cui si incorre e alle procedure da seguire in caso di utilizzo, fabbricazione o importazione di sostanze chimiche, miscele o articoli contenenti sostanze chimiche.

In particolare per poter accedere alle risposte ai quesiti più frequenti, già disponibili, è possibile cliccare sulle voci FAQ REACH e FAQ CLP.
In caso di quesiti specifici non soddisfatti dalle FAQ, gli utenti possono inviare richieste di chiarimenti circa l’implementazione dei Regolamenti REACH e CLP all’indirizzo dspreachclp@ausl.pc.it .

Le risposte, che verranno concordate fra gli esperti REACH della Regione Emilia-Romagna, verranno inviate ai richiedenti via e-mail

Chiedi informazioni al referente di zona

Che cosa è il REACH

In data 1 giugno 2007 è entrato in vigore il Regolamento (CE) n.1907/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006, noto anche come Regolamento REACH (acronimo di Registration, Evaluation, Authorisation of Chemicals)

Tutti i processi previsti dal REACH sono governati dall’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA), avente sede a Helsinki (Finlandia) ed istituita allo scopo di garantire la coerenza dell’applicazione di REACH in tutta l’Unione europea.
Il REACH ha l’obiettivo di assicurare un elevato livello di protezione della salute umana e dell’ambiente attraverso il miglioramento della conoscenza dei pericoli e dei rischi derivanti da prodotti chimici, la promozione di metodi alternativi per la valutazione dei pericoli che le sostanze comportano, rafforzando nel contempo la libera circolazione di sostanze nel mercato interno, la competitività e le capacità innovative dell’industria chimica europea.

Il REACH costituisce la più grande e importante regolamentazione sulle sostanze chimiche mai realizzata a livello europeo e per conseguire i propri ambiziosi scopi sostituisce buona parte delle precedenti norme della UE in materia, introducendo un sistema integrato che si basa su quattro elementi fondamentali (la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e le restrizioni).

I due pilastri del sistema REACH sono la registrazione e l’autorizzazione.

Che cosa è il CLP

Il 20 gennaio 2009 è entrato in vigore negli Stati Membri il Regolamento (CE) N. 1272/2008 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2008 relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele che modifica e abroga le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e che reca modifica al regolamento (CE) n. 1907/2006", noto anche come Regolamento CLP (Acronimo di Classification, Labelling and Packaging).

Il CLP è una revisione ed un aggiornamento del sistema di classificazione ed etichettatura dei prodotti chimici, basato sulle direttive 67/548/CEE sulle sostanze pericolose e 1999/45/CE sui preparati pericolosi.

Il Regolamento CLP riguarda tutte le sostanze chimiche e le miscele (inclusi i biocidi e gli antiparassitari) ed introduce cambiamenti di rilievo per i fabbricanti, gli importatori e gli utilizzatori “a valle” (Downstream User) relativamente alla classificazione di sostanze e miscele e le conseguenti riformulazioni delle etichette di pericolo e aggiornamento delle Schede di Dati Sicurezza (SDS).

Per saperne di più sul CLP

I soggetti interessati dal REACH e dal CLP

REACH riguarda chi:

  • fabbrica o importa sostanze chimiche o miscele di sostanze chimiche;
  • produce o importa articoli (ad esempio materiali edili, componenti elettronici, giocattoli o  veicoli, prodotti di abbigliamento, ecc.) che contengono sostanze inserite in un elenco di «sostanze estremamente problematiche» o che rilasciano intenzionalmente sostanze durante la loro utilizzazione;
  • tratta sostanze chimiche o elabora miscele per l’utilizzazione finale (ad esempio prodotti di pulizia, vernici o oli per motori) o utilizza professionalmente tali sostanze o prodotti formulati.

Il CLP, oltre a tutti i soggetti coinvolti nell’applicazione del REACH, riguarda anche tutti i consumatori in quanto incide in maniera diretta sull’etichettatura delle sostanze e delle miscele contenenti sostanze chimiche pericolose.

Chi controlla: autorità competenti per il controllo

Il Dipartimento di Sanità Pubblica è l’Autorità Competente per l’attuazione, non solo del Regolamento REACH, ma anche del Regolamento n.1272/2008/CE (Regolamento CLP - Classification, Labelling and Packaging) nel rispetto delle procedure relative alla normativa concernente la classificazione, l’etichettatura, l’imballaggio, scheda di sicurezza ed immissione sul mercato delle sostanze e delle miscele impiegate negli ambienti di vita e di lavoro.

Per saperne di più sulle Autorità competenti per il controllo

Materiale informativo

Scarica l'Opuscolo

Documenti

 

Questa pagina è stata modificata il: 16/01/2015

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337