Home / News / Emergenza Ucraina - Informazioni e documentazione per l'assistenza sanitaria dei profughi

08/03/2022

Emergenza Ucraina - Informazioni e documentazione per l'assistenza sanitaria dei profughi

Modalità di gestione degli arrivi a Piacenza. Dal 30 marzo centro accoglienza sanitaria in ospedale

Anche l'Azienda Usl di Piacenza, come tutte le altre istituzioni sanitarie della Regione Emilia-Romagna, è pronta a garantire l’accoglienza dei profughi provenienti dall’Ucraina in piena sicurezza, anche da un punto di vista sanitario.

Le persone saranno sottoposte ai controlli e agli screening di routine previsti dalla normativa nazionale e dai piani di prevenzione regionali.
Durante la fase di presa in carico regionale si dovrà garantire la valutazione dello stato di salute dei profughi, con particolare attenzione alle persone che presentino sintomi che possano suggerire la presenza di malattie. Anche le persone asintomatiche saranno sottoposte a screening che escludano la positività alla tubercolosi, indipendentemente dallo stato vaccinale.
In questo modo sarà possibile attivare immediatamente le profilassi necessarie.
Il Servizio sanitario regionale si farà inoltre carico di somministrare le vaccinazioni in tutti i casi previsti.

Vaccinazioni di routine

Nel caso di persone non vaccinate, per i minori si applicherà la L. n. 119 del 2017 che prevede una serie di vaccinazioni per prevenire malattie a rischio epidemico (anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella). Queste vaccinazioni sono indispensabili per la frequenza scolastica, soprattutto nella fascia di età tra 0 e 5 anni.
Nel caso di maggiorenni non vaccinati, le vaccinazioni saranno raccomandate, anche se non obbligatorie; sono quelle contro difterite, tetano, pertosse, poliomielite, morbillo, parotite, rosolia (eccetto donne in gravidanza) e varicella, oltre che la vaccinazione contro l’epatite B in caso di screening negativo.
Per i vaccinati, sarà previsto il completamento dei cicli già iniziati con i richiami se e quando necessari. 

Screening per infezione da Sars-Cov-2

Le persone in arrivo, prese in carico dai dipartimenti di sanità pubblica, verranno sottoposte a tamponi antigenici o molecolari, indipendentemente dallo stato vaccinale, secondo i protocolli vigenti.
Naturalmente sarà raccomandato a tutti il completamento o l’avvio del ciclo vaccinale come previsto dai protocolli nazionali.

Assistenza psicologica

La Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con le Ausl e le Associazioni di psicologi esperti nel campo della Psicologia dell’emergenza, ha messo a punto un piano emergenziale di intervento di supporto psicologico; saranno circa 150 gli psicologi impegnati, a tutti sono richieste competenze di psicologia dell’emergenza.

Per le consulenze psicologiche i profughi ucraini saranno accolti in famiglie, ex hotel Covid o alberghi, Cas, Sai, centri di accoglienza ecclesiastici.
Inoltre, il piano punta sul self-care, individuando tra gli stessi profughi tutte le persone con competenze educative, quali insegnanti, educatori professionali, assistenti sociali, psicologi, infermieri e medici, che possano supportare le attività per i minori e gli adulti.
Il coordinamento delle attività e delle risorse psicologiche è affidato esclusivamente all’Azienda Usl territoriale, con un proprio coordinatore.

Codice STP (Straniero Temporaneamente Presente)

L'assistenza sanitaria è erogabile attraverso il rilascio del codice STP (Straniero Temporaneamente Presente) con validità sei mesi, eventualmente rinnovabile, che permette l’iscrizione al Servizio sanitario nazionale e l’accesso alle prestazioni sanitarie, secondo le regole e le modalità ordinarie. 

La pagina dedicata

Modalità di gestione degli arrivi in emergenza dei profughi di guerra da Ucraina a Piacenza
 

Nel territorio di Piacenza la Prefettura ha stabilito che la prima identificazione dei profughi provenienti dall’Ucraina debba avvenire presso la Questura, che identifica i soggetti e predispone un elenco con i dati anagrafici. 
La Questura inoltra via email all’Ausl di Piacenza l’elenco dei soggetti identificati tre volte al giorno (dal lunedì al sabato).
Sulla base di queste indicazioni, gli uffici amministrativi predispongono subito le posizioni anagrafiche sanitarie provvisorie (STP: stranieri temporaneamente presenti) per ciascun soggetto da accogliere.

Da mercoledì 30 marzo, l’ambulatorio per la presa in carico dei profughi ucraini si sposta dalla “casetta mobile dietro alla Questura” al Laboratorio Analisi dell’ospedale di Piacenza.
Qui, in via Taverna 49, ogni pomeriggio da lunedì a sabato sarà attivo un CENTRO ACCOGLIENZA SANITARIA PROFUGHI provenienti dall’UCRAINA dalle ore 14 alle 17.30.
L’obiettivo è quello di concentrare il più possibile le attività sanitarie dedicate a questa specifica utenza.
Dopo la registrazione della presenza in Questura, i profughi provenienti dall’Ucraina sono quindi invitati a recarsi nella stessa giornata (e comunque non oltre 48 ore) nel centro per una presa in carico dal punto di vista sanitario. Alla fine del percorso, gli operatori rilasceranno il certificato necessario per la successiva richiesta del permesso di soggiorno.
I controlli sanitari sono previsti sia per minori sia per adulti.
In particolare, nel centro si svolgeranno:
- consegna del codice STP (Straniero Temporaneamente Presente);

- consegna delle maschere facciali FFP2 (da indossare per i 5 giorni successivi per l’auto-sorveglianza sanitaria);

- valutazione dello stato di salute e verifica dei certificati vaccinali; ove necessario, sarà proposta la vaccinazione per prevenire difterite, tetano, pertosse e poliomielite (per chi ha più di 14 anni) e quella contro il Covid-19 (per i maggiori di 12 anni)

- esecuzione del test della tubercolosi (l’esame sarà proposto ad adulti e bambini, se non vaccinati specificatamente)

- esecuzione del tampone antigenico rapido per la diagnosi di eventuale infezione da virus SARS-Cov-2. I profughi provenienti dall’Ucraina che avessero già fatto un tampone antigenico nelle 48 ore precedenti o un tampone molecolare nelle 72 ore precedenti e che possono esibire un referto non dovranno il test.

Al check-out, sarà fornito un appuntamento per le successive 48/72 ore per il controllo dell’esito del test della tubercolosi.

Ai bambini e ai ragazzi fino a 13 anni viene quindi assegnato un appuntamento alla Pediatria di Comunità, in piazzale Milano 2, per una valutazione dello stato di salute. Qui sarà effettuato un test per l’epatite e saranno programmate le sedute dei richiami delle vaccinazioni infantili obbligatorie. Ai bambini e ragazzi fino a 11 anni, se non effettuata in precedenza, viene proposta anche la vaccinazione Covid.

Adulti e ragazzi con più di 14 anni sranno contattati dall’Ambulatorio Medicina delle Migrazioni (via Taverna 47) solo se si rendesse necessaria una presa in carico successiva (per esempio per la valutazione e il trattamento della tubercolosi)

I profughi provenienti dall’Ucraina potranno quindi chiedere, una volta in possesso della ricevuta per la richiesta di permesso di soggiorno, l’assegnazione di un medico curante (Pediatra di libera scelta o Medico di Medicina Generale) rivolgendosi a uno sportello CUP dell’Azienda Usl di Piacenza (elenco su www.ausl.pc.it)
 

 

Anamnesi TBC e consenso vaccinazioni

Italiano-Ucraino

Questionario per la raccolta dei dati anamnestici e della sorveglianza sindromica (TBC)

Italiano-Ucraino

Anamnesi TBC pediatria

Italiano-Ucraino

Gestione animali da compagnia provenienti da UK al seguito dei proprietari

Italiano-Ucraino


Opuscolo "Scopriamo assieme le vaccinazioni pediatriche"

Ucraino

Italiano

Scheda anamnestica pre vaccinale pediatria
АНАМНЕСТИЧНА КАРТА ДЛЯ ПІДГОТОВКИ ДО ВАКЦІНАЦІЇ Педіатричне відділення

Italiano-Ucraino

Super Tampone (Fumetto realizzato dal Comix club - I.I.S. Blaise di Pascal Reggio Emilia)
Cупер буфер

Italiano
Italiano-Ucraino

Modulo dichiarazione sostitutiva atto di notorietà minori (punto prelievi)
ФОРМА ЗАЯВИ, ЩО ЗАМІНЮЄ НОТАРІАЛЬНИЙ АКТ ВІДДІЛЕННЯ ЛАБОРАТОРНОЇ ДІАГНОСТИКИ

Italiano-Ucraino

Vincolo animali domestici (microchip e antirabbica)
Спостереження за тваринами в домашніх умовах, з метою профілактики сказу собак/котів/домашніх тхорів і т.і., завезених з України.

Italiano-Ucraino

Notizie

 

Ultimo aggiornamento: 16/03/2022

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337
Ministero della Salute: 080101