Comicoterapia anche in Oculistica

La cooperativa sociale Casa Morgana ha avviato nel reparto diretto da Paolo Arvedi un servizio di Clown dottori, analogo a quello già consolidato che da tre anni coinvolge la Pediatria. L’attività si svolge una volta alla settimana, il lunedì mattina, ed è rivolta ai bambini coinvolti in visite o accertamenti diagnostici nell’ambulatorio di oculistica pediatrica, ai loro accompagnatori .

I Clown dottori accolgono i piccoli all’interno della sala d’aspetto, proponendo animazione secondo le modalità della terapia del sorriso e attività ludico-laboratoriali.  Giochi creativi, improvvisazione teatrale, musica, letture ad alta voce, attività motorie e laboratori sono volti a stemperare le tensioni e le paure generate dall’attesa della visita ambulatoriale. L’approccio comico-relazionale con i bambini avviene in modo semplice e discreto, facendo sempre molta attenzione allo stato d’animo dei piccoli e dei loro familiari e alle loro condizioni fisiche. I Clown dottori trasformano così l’ambiente ospedaliero  lavorando su tre campi di competenza strettamente connessi: artistico, relazionale e terapeutico (la comicità come terapia).
L’esperienza della comicoterapia permette di stemperare e sdrammatizzare le paure e le ansie che i tempi di attesa e la visita diagnostica stessa generano sia nel bambino sia nei genitori, migliorando la qualità dell’esperienza vissuta in ospedale, del rapporto medico-paziente-nucleo familiare e facilitando lo svolgimento delle pratiche ambulatoriali.

Spesso i piccoli, dopo aver ultimato la visita, ritornano spontaneamente in sala d’attesa desiderosi di proseguire le interazioni e le attività interrotte con i Clown dottori, manifestando ai genitori il desiderio di prolungare la permanenza, a dimostrazione del fatto che l’esperienza ospedaliera è stata rielaborata positivamente.

Qualora il personale sanitario ne ravveda la necessità, i Clown dottori possono prendere parte alla visita ambulatoriale per favorire la collaborazione con le ortottiste, riducendo lo stress da paura e sofferenza e, di conseguenza, i tempi di visita e permanenza in reparto: ciò avviene solo se c’è un c’è un invito del bambino, senza alcuna costrizione.

Il progetto, avviato in fase sperimentale ma già premiato dai giudizi positivi espressi dagli utenti e dal personale sanitario, potrà proseguire e ampliarsi nei prossimi mesi, dopo una prima valutazione degli esiti dell’attività.

Un bambino che si trova ad affrontare un’esperienza ospedaliera, seppure di breve durata come nel caso di visite o accertamenti diagnostici con modalità ambulatoriale, entra a contatto con un ambiente estraneo che, soprattutto nell’immaginario dei piccoli, può essere associato a situazioni dolorose e a sentimenti di paura.

In particolare, la sala d’aspetto può rappresentare un luogo carico di tensioni e i tempi di attesa, talvolta prolungati, contribuiscono ad aumentare lo stato di ansia e la paura dell’ignoto che possono sfociare in panico, atteggiamenti non collaborativi o di vero e proprio rifiuto al momento dell’incontro con i professionisti.

“Questo contesto per il Clown dottore rappresenta un laboratorio sperimentale di vissuto umano ed emozionale travolgente; da sterile e banale momento applicativo della routine sanitaria – mettono in evidenzia gli animatori di Casa Morgana - la sala d’aspetto può diventare la chiave di lettura privilegiata del “pre-paziente” che il Medico della Risata affida agli operatori sanitari dopo avergli allentato tensioni e paure.

Mediante gli interventi di comicoterapia le situazioni di stress si attenuano e aumentano le reazioni positive dei pazienti e dei loro familiari. “Lavorando sulla parte sana del bambino – proseguono - si ha la possibilità di modificare l’atteggiamento verso l’ospedale e l’eventuale patologia e, conseguentemente, si migliora la qualità della vita in reparto a livello relazionale. Si mira, quindi, a soddisfare il bisogno di benessere inteso nel suo senso più ampio: non solo fisico ma anche mentale e sociale”

Obiettivi del progetto

  • Ridurre le situazioni di disagio del bambino e del genitore (paure, ansie, atteggiamenti non collaborativi), comportati dall’evento della visita ambulatoriale, agendo sul bambino e sul genitore stesso (un genitore sereno è in grado di rassicurare il proprio figlio e un bambino sereno contribuisce a rilassare il genitore);
  • mantenere attive le energie dei bambini sopprimendo lo stato di noia derivante dall’attesa;
  • migliorare lo stato d’animo dei piccoli pazienti e, di conseguenza, la loro capacità di collaborare durante la visita ambulatoriale in modo da aumentarne l’efficacia e ridurne i tempi;
  • facilitare le relazioni, la comunicazione e la collaborazione tra il personale sanitario, i piccoli pazienti e le loro famiglie;
  • migliorare l’atteggiamento del bambino nei confronti della struttura ospedaliera e della visita ambulatoriale affinché l’esperienza ospedaliera possa essere ricordata positivamente e integrata nel suo processo di crescita;
  • contribuire a creare un ospedale “a misura di bambino”.

Presentazione Casa Morgana Cooperativa Sociale

Casa Morgana Cooperativa Sociale, dall’anno 2000, è al fianco delle famiglie nell’impegno per la cura dei loro bambini, attraverso la progettazione, gestione ed erogazione di servizi per l’infanzia e di sostegno della genitorialità, quali:

  • servizi educativi e infanzia: nidi d’infanzia e scuola dell’infanzia, Centro Bambini e Genitori 3/6 anni, servizio di Tagesmutter, servizi di comicoterapia nel reparto di Pediatria e Neonatologia e nell’ambulatorio di  Oculistica del P.O. di Piacenza, Spazi Gioco, centri estivi, laboratori educativi ed espressivi, completamento del tempo pieno scolastico;
  • servizi alle famiglie e sostegno alla genitorialità: percorsi di accompagnamento alla nascita per coppie in attesa di un figlio e percorsi a sostegno di coppie di genitori con figli neonati; servizi di sostegno domiciliare per nuclei familiari in condizione di vulnerabilità sociale a supporto di famiglie con bambini in situazione di fragilità sociale;
  • servizi a sostegno della disabilità e counselling: servizi di sostegno educativo specializzato, attraverso interventi basati sulla Comunicazione Aumentativa Alternativa e sulla metodologia ABA, Counselling.

Dal mese di settembre 2016, in convenzione con l’AUSL di Piacenza, la cooperativa sociale Casa Morgana ha avviato nel reparto di Oculistica dell’Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza il Servizio di Comicoterapia “Clown Dottori”, già consolidato da tre anni nel reparto di Pediatria e Neonatologia.

Il servizio si svolge dalle 8.30 alle 12.30 del lunedì mattina ed è rivolto a bambine e bambini coinvolti in visite o accertamenti diagnostici nell’Ambulatorio di Oculistica Pediatrica, ai loro accompagnatori e, indirettamente, al personale sanitario del reparto di Oculistica.

Il progetto attuale prevede una durata di sei mesi ma, dati i riscontri più che positivi espressi dagli utenti e dal personale sanitario, sarà valutata sia la possibilità di proseguire l’intervento anche nei mesi successivi sia la possibilità di ampliare il periodo di erogazione settimanale del Servizio da uno a tre giorni per consolidare il ruolo e l’azione dei Clown Dottori nelle relazioni con i piccoli pazienti, i loro famigliari e il personale sanitario ottenendo, di conseguenza, maggiori risultati nel conseguimento del benessere del bambino in ospedale.

L’attività dei Clown Dottori si svolge principalmente all’interno della sala d’aspetto dell’Ambulatorio, attraverso azioni di animazione secondo le modalità della terapia del sorriso e attività ludico-laboratoriali (gioco creativo, improvvisazione teatrale, musica, letture ad alta voce, attività motorie, laboratori creativi, giochi di gruppo, …) volte a stemperare le tensioni e le paure generate dall’attesa della visita ambulatoriale nei piccoli pazienti e nei loro genitori.
L’approccio comico-relazionale con bambini e bambine avviene in modo semplice e discreto, facendo sempre molta attenzione allo stato d’animo dei piccoli, dei loro familiari e alle loro condizioni fisiche. I Clown Dottori trasformano l’ambiente ospedaliero in un posto magico lavorando su tre campi di competenza strettamente connessi: artistico, relazionale e terapeutico (la comicità come terapia e come differente visione del mondo).

Contesto in cui si colloca il Progetto

Il minore che si trova ad affrontare un’esperienza ospedaliera, seppure di breve durata come nel caso di viste o accertamenti diagnostici per via ambulatoriale, entra a contatto con un ambiente estraneo che, soprattutto nell’immaginario dei bambini, è associato a situazioni dolorose e a sentimenti di paura.

La sala d’aspetto dell’ambulatorio può rappresentare un luogo carico di tensioni e i tempi di attesa della visita, talvolta prolungati, contribuiscono ad aumentare nel bambino e nei genitori lo stato di ansia e la paura dell’ignoto che possono sfociare in panico, atteggiamenti non collaborativi o di vero e proprio rifiuto al momento della visita stessa.

Questo contesto per il Clown Dottore rappresenta un laboratorio sperimentale di vissuto umano ed emozionale travolgente; da sterile e banale momento applicativo della routine sanitaria la sala d’aspetto può diventare la chiave di lettura privilegiata del “pre-paziente” che il Medico della Risata affida agli operatori sanitari dopo avergli allentato tensioni e paure. La sala d’aspetto, così privata della sua dimensione negativa, si pervade di emozioni positive ed energie libere e creative.

Mediante gli interventi di comicoterapia le situazioni di stress si attenuano e aumentano le reazioni positive dei pazienti e dei loro familiari. Lavorando sulla parte sana del paziente si ha la possibilità di modificare l’atteggiamento verso l’ospedale e l’eventuale patologia e, conseguentemente, si migliora la qualità della vita in reparto a livello relazionale. Si mira, quindi, a soddisfare il bisogno di benessere inteso nel suo senso più ampio: non solo benessere fisico ma anche mentale e sociale.

Questa pagina è stata modificata il: 29/12/2016

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337