Due nuovi mezzi di soccorso per la rete territoriale 118: un'automedica e un'ambulanza

Continua l’investimento economico per rinnovare il parco mezzi dedicato all’Emergenza Urgenza

Due nuovi veicoli per la rete provinciale 118. Continua l’investimento economico dell’Ausl di Piacenza per rinnovare il proprio parco mezzi dedicato all’Emergenza Urgenza. Sono entrati in servizio una nuova automedica e una nuova ambulanza. Le acquisizioni sono parte del piano complessivo di riqualificazione dei veicoli 118.


- La nuova ambulanza Volkswagen 2000 4x4 è dedicata alla postazione di Primo intervento di Bobbio. Il mezzo è dotato di tutte le attrezzature necessarie al soccorso e vanta un equipaggiamento di ultima generazione: grazie alla telemedicina, l’altro, è possibile trasmettere le immagini dell’elettrocardiogramma del paziente trasportato direttamente all’ospedale di Piacenza per allertare, per esempio, la sala di Emodinamica in caso di infarto.
A Bobbio la rete dell’Emergenza urgenza è a servizio dell’alta e media Valtrebbia e può contare su due equipaggi presenti sulle 24 ore, sempre pronti a partire quando ci sono necessità sul territorio: una squadra è composta da medico, infermiere e autista e l’altra da infermiere e autista. Gli interventi nel 2019 sono stati 953, con 45mila chilometri percorsi. Le chiamate per codici rossi sono state 296.


- l’automedica Subaru Forrester 2000 4x4 è dotata di cambio automatico, per rendere ancora più sicura la guida del veicolo, ed a disposizione della rete provinciale, dove sono attive quattro postazioni H24, collocate in Pronto soccorso e alla caserma dei Vigili del Fuoco a Piacenza, a Roveleto di Cadeo e a Farini. Gli equipaggi sono costituiti da medico, infermiere e autista o da infermiere e autista. Nel 2019 i mezzi di soccorso avanzato del 118 hanno percorso 95mila chilometri: se si aggiunge la distanza coperta da altri veicoli, si raggiungono i 200mila chilometri. Il sistema provinciale si avvale poi anche delle ambulanze di Bobbio, Castel San Giovanni e Fiorenzuola, con identici equipaggi.


Il ricorso all’automedica è ritenuto più agile e veloce (e quindi più funzionale) in alcune aree geografiche rispetto a mezzi di dimensioni più grandi tipo l’ambulanza. L’invio di questi mezzi consente quindi di ridurre i tempi di percorrenza e di rendere immediatamente disponibile il personale in servizio per rispondere ad altre eventuali richieste. L’invio dei mezzi più idonei al soccorso è gestito dalla Centrale operativa Emilia Ovest.
Complessivamente, nel 2019 i mezzi di soccorso avanzato del 118 di Piacenza hanno eseguito 10.272 interventi, di cui 5209 per codice rosso. Il mezzo di soccorso avanzato era presente nella maggior parte dei casi più critici, in particolar modo negli interventi che riguardano eventi cardiologici (2184), seguiti da criticità respiratorie (1774) ed eventi traumatici (1620 casi).

Questa pagina è stata modificata il: 03/02/2020

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337
Ministero della Salute: 080101