Rientri dall’estero

Tutte le indicazioni per i viaggiatori internazionali

Le regole per i viaggi sono diverse a seconda dello Stato di provenienza o destinazione e delle motivazioni degli spostamenti. Tutte le informazioni sono disponibili qui
Le misure per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 sono state prorogate fino al 15 ottobre 2020.
Il DPCM 7 settembre 2020 ha ripreso i precedenti elenchi contenuti nell’Allegato 20 del DPCM 7 agosto e li ha ulteriormente precisati nell’Allegato C, che continua a individuare 6 gruppi di Paesi, per i quali sono previste differenti limitazioni.
Il 7 ottobre, oltre alla proroga dello stato di emergenza al 31 gennaio 2021, è stata approvata anche una nuova Ordinanza del Ministro della Salute, che prevede alcune variazioni rispetto all’elenco dei Paesi al rientro dei quali vige l’obbligo del test molecolare o antigenico (tampone).

Chi torna da Grecia, Malta, Croazia, Belgio, Francia, Regno Unito, Paesi Bassi, Repubblica Ceca e Spagna
- deve presentare un’attestazione per certificare di essersi sottoposto, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, a un tampone con risultato negativo;
oppure
- deve sottoporsi a un tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall'ingresso nel territorio nazionale. In attesa di fare il test, si deve osservare l’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.
A Piacenza si può prenotare il tampone chiamando:
- dall'Italia il numero 800.651.941
- dall'estero il numero +390523.339502
Contestualmente alla prenotazione del tampone, occorre comunicare al Servizio di Igiene Pubblica il proprio rientro scrivendo una mail a comunicazione-transito@ausl.pc.it e indicando nome, cognome, indirizzo, data di nascita, recapito telefonico cellulare, luogo e date del soggiorno all’estero e luogo e data del rientro.   

I cittadini che provengono da Stati extra Ue o extra Shengen hanno l’obbligo di auto dichiararsi al dipartimento di Sanità Pubblica e di effettuare un periodo di quarantena di 14 giorni.
- La segnalazione va fatta utilizzando l’indirizzo comunicazione-transito@ausl.pc.it riportando nella mail nome, cognome, indirizzo, data di nascita, recapito telefonico cellulare, luogo e date del soggiorno all’estero e di rientro.
- Una volta ricevuta la comunicazione, il personale del dipartimento contatterà la persona interessata e pianificherà l’eventuale esecuzione del tampone

Le assistenti familiari che arrivano da Romania, Bulgaria o altri Paesi extra Ue o extra Shengen
hanno l’obbligo di auto dichiararsi al dipartimento di Sanità Pubblica di effettuare un periodo di quarantena di 14 giorni.
- La segnalazione va fatta utilizzando l’indirizzo comunicazione-transito@ausl.pc.it riportando nella mail nome, cognome, indirizzo, data di nascita, recapito telefonico cellulare, luogo e date del soggiorno all’estero e di rientro.
- Una volta ricevuta la comunicazione, il personale del dipartimento contatterà la persona interessata e pianificherà l’esecuzione dell’eventuale tampone.
Inoltre gli operatori valuteranno se l’alloggio dell’assistente familiare consente un adeguato isolamento. Se il domicilio rispecchia le caratteristiche previste dalla normativa, sarà necessario che l’assistente familiare rispetti le regole di sicurezza prescritte (uso della mascherina e dei guanti, misurazione della temperatura, igiene e sanificazione dei locali). Qui è disponibile il Patto di corresponsabilità fra datore di lavoro e assistente familiare, che chiarisce le modalità di gestione del periodo di isolamento, nel caso in cui questo di realizzi nell’abitazione della persona assistita.

 

Questa pagina è stata modificata il: 15/10/2020

Azienda USL di Piacenza - via Antonio Anguissola 15. Codice fiscale: 91002500337
Azienda Unità Sanitaria Locale - Piacenza
Via Antonio Anguissola,15 - 29121 Piacenza
Codice Fiscale: 91002500337
Ministero della Salute: 080101