Secondo quanto previsto dall'ordinanza ministeriale del 29 dicembre 2022 (Proroga delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'epidemia da COVID-19 concernenti l'utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie) è confermato l’obbligo di indossare la mascherina per i lavoratori, gli utenti e i visitatori di strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, compresi ambulatori e studi medici.

    Accedere in ospedale

    Visitatori nei reparti non Covid in orario diurno

    Ogni paziente ricoverato può ricevere due visite al giorno della durata massima di 45 minuti ciascuna, consentendo la presenza di una sola persona per fascia orario di visita.

    Si chiede a tutti i visitatori di :

    • indossare mascherina chirurgica o FFP2 a seconda della destinazione
    • eseguire il lavaggio delle mani con gel idroalcolico
    • mantenere la distanza di almeno 1 metro dagli altri pazienti, visitatori e operatori

    e di attenersi alle regole di igiene del reparto: non sedersi sul letto, non appoggiare borse o oggetti vicino al malato, non uscire dalla stanza di degenza, e non scambiarsi cellulari.

    Eventuali casi particolari segnalati dai reparti saranno valutati e autorizzati dalla Direzione sanitaria.

    Per conoscere gli orari e le modalità di accesso, consulta l'elenco dei reparti.

    Visitatori nei reparti Covid

    Nei reparti Covid è consentita di norma la visita ai pazienti:

    • solo limitatamente a coloro che non sono in ossigeno terapia con casco o ad alti flussi
    • a un visitatore per un massimo di 20 minuti al giorno in orario da concordare singolarmente con il coordinatore infermieristico di reparto
    • mantenendo la distanza di almeno 1 metro dal paziente.

    Per i pazienti positivi ricoverati nei reparti di Terapia intensiva e semi-intensiva non è consentito l’ingresso ai visitatori a eccezione dei casi di aggravamento o terminalità in modo concordato con il personale sanitario del reparto e previa vestizione e utilizzo di Dispositivi di protezione individuali (DPI) adeguati. Si ricorda che sono attive in azienda forme diverse di contatto con i pazienti (per esempio, videochiamate).

    Per conoscere gli orari e le modalità di accesso, consulta l'elenco dei reparti.

    Accesso caregiver per l’assistenza non sanitaria e per l’assistenza ai pasti

    In applicazione dello specifico Regolamento aziendale, l’assistenza non sanitaria aggiuntiva (ANS) fornita a persone ricoverate è consentita:

    • in orario notturno, o al di fuori delle fasce orarie diurne prestabilite, e per l’assistenza ai pasti previa autorizzazione rilasciata dal coordinatore infermieristico, o da suo delegato, lquando se ne valuta l’effettiva necessità
    • la permanenza di personale che presta assistenza non sanitaria aggiuntiva è consentita a un solo soggetto esclusivamente nelle fasce orarie attribuite, e in tutte le unità operative di degenza a eccezione di Terapie intensive (Rianimazione, UTIR, UTIC) e Medicina semi-intensiva, Dialisi e Servizio psichiatrico Diagnosi e cura.

    Nei reparti COVID, l’assistenza non sanitaria è consentita solo su permesso rilasciato dalla Direzione sanitaria.

    Per conoscere gli orari e le modalità di accesso, consulta l'elenco dei singoli reparti.

    Accesso in Pronto soccorso pediatrico

    In ospedale è obbligatorio indossare la mascherina, con l'eccezione dei bambini al di sotto dei 6 anni.

    In Pronto soccorso pediatrico è consentito l’ingresso di un solo genitore o caregiver per ciascun paziente. Prima di accedere al pronto soccorso pediatrico, paziente e genitore (o caregiver) devono obbligatoriamente transitare nell’area di pre triage del Pronto soccorso generale dove sono sottoposti a stratificazione del rischio e indirizzati al percorso corretto. Giunto in Pronto soccorso pediatrico, il paziente è accettato, gli viene assegnato un codice colore al triage e, in base alla stratificazione del rischio, può essere sottoposto a tampone urgente.

    Osservazione breve intensiva (OBI) pediatrica

    La permanenza in Osservazione breve e intensiva (OBI) è consentita da parte di un genitore o persona di riferimento è consentita H24 per tutta la durata della degenza del minore. Sono permessi i cambi di assistenza tra caregiver, da concordare con il coordinatore o con il personale sanitario in turno. È previsto anche l’accesso di un unico visitatore per ciascun paziente, per un massimo di 30 minuti al giorno, in orario da concordare con il personale sanitario.
    Per i pazienti Covid positivi è concessa la visita di un solo visitatore per un massimo di 20 minuti. All’ingresso del visitatore in stanza, il caregiver prestante assistenza dovrà uscire per non creare sovraffollamento.

    Accesso in Pediatria

    In Pediatria è consentita la presenza 24 ore su 24 di un solo genitore/persona di riferimento per ciascun ricoverato.

    È permesso l’accesso di un visitatore per volta nelle seguenti fasce orarie: 7-8.30; 12.30-15.00; 19.00-21.00.
    La durata prevista della visita è di 45 minuti (fatto salvo eccezioni ritenute opportune dal direttore o coordinatore del reparto). Rimane l’obbligo di mascherina di tipo chirurgico o Ffp2.

    È consentita la visita anche per i pazienti Covid positivi. In questo caso al visitatore, da parte del personale di reparto, verranno consegnati i dispositivi di protezione individuale aggiuntivi (guanti, camice, cuffia, visiera/occhiali protettivi) oltre alla mascherina Ffp2.
    Il tempo massimo consentito per la visita rimane di 20 minuti.

    Accedere in Ostetricia e in Sala parto

    In Ostetricia dalle 8 alle 9 è ammesso un visitatore per ogni donna.Dalle 15.30 alle 18.30 è la fascia oraria dedicata ai papà (o, eventualmente, per un’altra persona di fiducia indicata dalla donna).

    È vietato l’ingresso a minori.

    In caso di puerpera positiva, è consentita la presenza del padre o persona di riferimento (purché non in isolamento in quanto positivo) previa opportuna vestizione con gli adeguati Dispositivi di protezione individuale (DPI).

    In Sala parto è permessa la presenza del padre o di una sola persona di riferimento per tutta la durata del travaglio e del post-partum. Rimane precluso l’accesso del padre/persona di riferimento con accertata positività, in quanto isolato al domicilio.

    Al termine del parto e del post-partum (le 2 ore successive), quando la puerpera entra in reparto, il papà è invitato a tornare per le visite in reparto secondo le indicazioni previste per i visitatori

    Questa pagina ti è stata utile?