Ospedale di Fiorenzuola

Dal 2021 è stato creato a Fiorenzuola (Piacenza) il Polo riabilitativo dell’Emilia Nord a valenza interprovinciale: nel nuovo edificio sono state concentrate alcune delle funzioni riabilitative specialistiche presenti sul territorio e ne sono state attivate di nuove. In questo modo, l’Azienda Usl di Piacenza ha realizzato il secondo Centro hub per la Riabilitazione delle gravi patologie spinali della Regione Emilia-Romagna che si affianca a quello di Montecatone (Imola).

La struttura è stata concepita con una grande attenzione al comfort del paziente e all’interfaccia con la città. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Emilia-Romagna.

Nel Polo riabilitativo sono collocate:

La concentrazione di alcuni reparti a Fiorenzuola ha consentito di realizzare importanti potenziamenti per il conseguimento dei più alti standard assistenziali, tecnologici e di accreditamento: contiguità a un polo radiologico con Tac e risonanza magnetica, alte tecnologie e specialisti dedicati.


Attenzione al comfort del paziente

Il nuovo padiglione mette a disposizione dei pazienti settemila e settecento metri quadrati divisi in quattro piani e un seminterrato, con due piscine per idro chinesiterapia e sei palestre.

La concezione innovativa del fabbricato ha permesso di realizzare ampi terrazzi, concepiti come spazi terapeutici e socializzazione, attrezzati con aree verde.

Gli spazi ristoro, dove i degenti possono trascorrere i lunghi ricoveri, sono uno degli elementi distintivi del progetto: al piano terra, per esempio, è collocata un’ampia superficie vetrata idonea per eventi di formazione, manifestazioni culturali e occasioni di incontro con i cittadini. Nelle zone soggiorno i pazienti possono consumare i pasti in compagnia, anche con i loro familiari. Sono stati inoltre ricreati ambienti domestici, come una cucina attrezzata, nei quali i degenti possono mettersi alla prova prima di essere dimessi dall’ospedale.


Questa pagina ti è stata utile?